AMBIENTALE

Amianto: incentivi e obblighi per il proprietario

Appuntamento con l'avvocato OnLine

Il privato, che sia proprietario di edificio con presumibile presenza di amianto, può prenotare un appuntamento con l’avv. Valerio Cicchiello, che potrà fornire chiarimenti orientativi e operativi in materia, alla luce della normativa vigente, con particolare riferimento alla presenza di incentivi ed agevolazioni per gestire la presenza di amianto.  

Valerio Cicchiello

Valerio Cicchiello

Iscritto all'Ordine degli Avvocati Milano dal 2001, già Professore di Diritto Ambientale per il Politecnico Milano, ha proprio studio legale in Milano e Bergamo. In JusticeLaw On Line è titolare dipartimento diritto amministrativo, referente di diritto ambientale e diritto dei consumatori.

Il proprietario di un edificio con presenza di amianto è responsabilizzato dalla Legge da più punti di vista, fra cui: la compilazione e l'invio all'ATS (ex Asl) del modulo di autonotifica obbligatoria per presenza di amianto nelle strutture; la valutazione dello stato di conservazione del materiale; l'adozione di un programma di controllo e manutenzione.

Il mancato rispetto degli obblighi in materia è sanzionato mediante multe di tipo pecuniario.

Sussistono però anche periodiche norme e bandi che prevedono a favore del proprietario agevolazioni e incentivi per la gestione responsabile dell'amianto.

Le persone interessate dalla presenza di edifici con presumibile presenza di amianto possono effettuare segnalazioni ed esposti, a fronte dei quali il Comune chiede all'avente titolo sull'immobile, per esempio il proprietario o l'amministratore del condominio, la precisazione del c.d. "indice di degrado" del materiale.

Questo servizio non è adatto e non può essere utilizzato nel caso in cui ci sia una controversia giurisdizionale già in corso, o nel caso in cui l'interessato sia una pubblica amministrazione, o nel caso in cui si intenda richiedere "consigli" per contravvenire/aggirare la normativa vigente in materia.

Inoltre è preferibile prenotare un servizio orientativo di consulenza (e non di semplice appuntamento) per i seguenti casi:  quando vi siano sanzioni amministrative preannunciate e/o già erogate, quando l'interessato necessiti di chiarimenti specifici in merito a una documentazione già in suo possesso, quale ad esempio la scheda di valutazione del rischio a seguito di valutazione preliminare già effettuata.

Questo appuntamento prevede un incontro diretto con l'avvocato, tramite telefono o videochat, della durata massima di 30 minuti. L'utente può scelgeliere se, nel giorno e nell'ora da lui indicati, preferisce essere contattato dall'avvocato via telefono o tramite la videochat proposta dall'avvocato.

Il servizio mira a chiarire quali siano gli obblighi e le possibillità di agevolazioni e incentivi per il proprietario di edifici privati dove sia presente amianto. L'appuntamento è un'occasione di chiarimento orientativo, basato sulla legislazione nazionale e regionale vigente, di modo che l'interessato acquisisca informazioni giuridiche e possa, se del caso, attivarsi.

Il servizio è rivolto sia a proprietari di edifici contenenti amianto, sia a persone che vi abitano, anche nelle vicinanze, con il fine di favorire, mediante supporto informativo ed esperienziale, la risoluzione di eventuali problematiche in corso o il chiarimento introduttivo ai criteri e alle modalità per accedere agli strumenti di incentivo alla gestione responsabile dell'amianto.