Privato - SUCCESSORIO

Donazione : come possono opporsi i familiari ? Come tutelare i diritti ereditari futuri ?

Atto legale personalizzato OnLine

L’avv. Emiliano  Pirrone è competente, tra l'altro, in materia di successioni ereditarie, donazioni e negozi fiduciari; collabora alle cattedre di Diritto Privato e Diritto Civile dell’Università del Piemonte Orientale.

Prenotando la predisposizione dell’atto in questione, a cura dell’avv. Pirrone, è possibile acquisire un atto stragiudiziale, personalizzato, utile per affrontare, in concreto, la questione di proprio interesse e così tutelare i propri diritti di azione in merito, senza avviare una causa e senza rinunciare, con l'inerzia, alle proprie aspettative ereditarie in rapporto al bene oggetto della notifica.

A partire da € 290 ( * maggiori informazioni )

Emiliano Pirrone

Emiliano Pirrone

Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Milano dal 2017, ha proprio Studio Legale in Milano; è collaboratore alle cattedre di Diritto Privato e Diritto Civile dell’Università del Piemonte Orientale; in JusticeLaw OnLine eroga servizi in materia di: successioni ereditarie, donazioni, negozi fiduciari, intestazioni fiduciarie, atti di segregazione del patrimonio, trust, a favore di privati ed imprese.

Con l'atto di opposizione alla donazionegli interessati conseguono l'effetto utile e concreto di cautelarsi dal rischio che, alla futura apertura della successione del donante (e cioè alla sua morte), in conseguenza del notevole tempo trascorso (venti anni), non possano più, anche qualora venga accertato che la donazione era avvenuta in violazione dei propri diritti di legittima, tornare nel possesso del bene.

In altri termini, senza l'atto di donazionel'aspettativa, protetta dalla Legge, a che coloro che sono legittimari, a far rientrare nell'asse ereditario un bene donato più di venti anni prima si riduce alla possibilità di ottenere, pro-quota, una compensazione pecuniaria pari al valore del cespite, senza che, innvece, di quel bene gli stessi possano tornare nella reale disponibilità.

L'efficacia dell'atto in questione risiede nella facoltà, per coloro che se ne avvalgono, di tutelare, per il futuro, appieno i propri diritti ereditari.

Vediamo ora, sinteticamente, i presupposti normativi per l'esercizio di tale facoltà di azione stragiudiziale (senza, dunque, che sia necessario fare una causaed essendo sufficiente, invece, le redazione e notifica dell'atto) a disposizione degli interessati.

Con il diritto di opposizione alla donazione, il coniuge ed i parenti in linea retta del donante hanno la possibilità di sospendere il termine di vent'anni per l'esercizio dell'azione di riduzione e, quindi, di conservare integre le caratteristiche di realità proprie dell'azione di restituzione, mediante la notifica nei confronti del donatario e dei suoi eventuali aventi causa di un atto stragiudiziale che, se necessario, andrà rinnovato prima che siano trascorsi i vent'anni, ove la successione del donante non sia ancora aperta. 

La legge 14 maggio 2005 n. 80: ha modificando gli artt. 561 e 563 del codice civile; ha introdotto un termine di vent'anni decorrente dalla trascrizione della donazione, trascorso il quale la tutela del legittimario che abbia esercitato l'azione di riduzione perde i suoi connotati di realitàsalvo il diritto di opposizione alla donazione da parte dei legittimari stessi.

Si possono avvalere del presente servizio il coniuge ed i parenti, in linea retta (e cioè il figlio e gli ascendenti), del donante. 

Il presente servizio comprende la stesura di un atto personalizzato di opposizione alla donazione. In alternativa, in assenza della richiesta di redazione dell'atto stragiudiziale di opposizione, il richiedente può chiedere la disamina della donazione stipulata "sospetta" di essere lesiva dei propri diritti di legittima ed un annesso parere orale sulle possibilità di azione.

Il presente servizio non comprende: -la rappresentanza in giudizio.

Questo atto personalizzato viene predisposto dall’avv. Pirrone ed inviato al cliente in forma scritta tramite area riservata. Successivamente l'avv. Pirrone si renderà disponibile per un breve chiarimento via chat o telefono.

Il presente servizio viene reso dall’avvocato avendo come parametri normativi di riferimento gli Articoli 561 e 562 del codice civile.