Privato - CONDOMINIALE

Pagamento delle spese condominiali : spetta all'acquirente o al venditore ?

Atto legale personalizzato OnLine

Sei l’acquirente a cui l’amministratore ha inviato il conteggio ma non sei certo che questo sia corretto?

Sei, invece, l’amministratore che deve individuare le spese da addebitare al nuovo condomino? Vuoi essere sicuro di imputargliele senza errori?

Prenotando il presente servizio sarà possibile acquisire un atto stragiudiziale personalizzato diretto a rispondere e replicare alla richiesta di pagamento dei contributi da parte dell’amministratore o, di contro, a richiedere tali contributi al nuovo condomino. 

A partire da € 290 ( * maggiori informazioni )

Francesco Giunti

Francesco Giunti

Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Firenze dal 2016, ha proprio Studio Legale in Empoli; assiste e svolge consulenza legale a favore di istituti bancari, PMI, liberi professionisti e privati, in particolare nel settore del recupero crediti, nel contenzioso bancario e finanziario, nella consulennza in materia di diritto condominiale, assistenza di imprese in relazione agli adempimenti in materia di privacy. In Justicelaw OnLine eroga servizi legali in materia di diritto bancario e finanziario, privacy, diritto condominiale.

È stata acquistata – per atto di compravendita o all’asta – un’unità immobiliare compresa nel condominio? 

L’art. 63 delle disposizione d’attuazione al Codice Civile al penultimo comma prevede la responsabilità solidale dell’acquirente e del venditore per il pagamento di due annualità dei contributi condominiali relativi all’anno in corso ed a quello precedente l’acquisto.

 

Affinché la norma possa essere invocata a ragione, è necessario non solo esaminare i bilanci inerenti le due annualità richiamate dalla stessa ma anche le delibere che hanno originato l’insorgenza dell’obbligocontributivo. 

La consulenza fornita dall’Avv. Francesco Giunti è volta proprio a verificare correttamente l’operatività dell’art. 63 disp. att. c.c., in modo che l’obbligazione solidale prevista dalla norma verso l’acquirente dell’immobile venga applicata in maniera corretta. 

 

Il servizio è rivolto tanto al nuovo condomino che all’amministratore del condominio ed ha la funzione di redarre un atto teso ad individuare quali sono effettivamente le spese che l’acquirente deve versare al condominio.

Il servizio comprende:

- l’analisi della documentazione sopra specificata e la redazione dell’atto personalizzato.

Può accadere che una parte di tale documentazione non sia in possesso dell’utente. In tal caso nel servizio è compresa, nel caso in cui non si riesca a reperirla personalmente, la sua richiesta.

Qualora la richiesta dovesse essere denegata, su richiesta dell'interessato, l’avvocato potrà formulare un preventivo, personalizzato (e che sarà a messo a disposizione del richiedente tramite area riservata) per la redazione e rappresentanza della istanza di mediazione obbligatoria e/o della successiva fase giudiziale. 

Invece, nel caso in cui la richiesta di pagamento dei contributi non dovesse avere esito, l'avvocato Giunti, su richiesta dell'amministratore interessato, potrà formulare (sempre tramite area riservata) un preventivo, personalizzato per l’azione monitoria di recupero del credito. 

Il presente servizio non comprende:

- la rappresentanza in giudizio; - l'assistenza per la predisposizione dell'invito e la rappresentanza alla mediazione obbligatoria o l’assistenza alla redazione dell’atto giudiziale.

L'utente interessato potrà richiedere un preventivo, personalizzato, per uno o più dei predetti profili, che gli verrà messo a disposizione mediante area riservata.

Questo atto personalizzato viene predisposto ed inviato al cliente in forma scritta, tramite area riservata.

Successivamente l’avv. Giunti si renderà disponibile per un breve chiarimento via chat o telefono.

5 giorni. Il termine inizierà a decorrere una volta che verrà allegata all’avvocato tutta la documentazione richiesta. 

Lo studio di fattibilità del presente servizio comprende:

- la serie di verifiche preliminari di cui all'articolo 8.1 della Quality Policy;

- in via aggiuntiva la valutazione di eventuali prescrizioni e/o decadenze intercorse, la valutazione di un eventuale carenza di legittimazione, di una manifesta infondatezza della richiesta formulata dall'utente.

Il presente servizio viene reso dall’avvocato Giunti avendo come parametri normativi di riferimento l’art. 63 delle disposizioni d’attuazione al Codice civile e gli orientamenti giurisprudenziali vigenti in materia