Impresa -BANCARIO e FINANZIARIO -

Recuperare le somme versate alla banca: quali sono i documenti necessari ?

Atto legale personalizzato OnLine

 

Hai il sospetto che la tua banca applichi e/o abbia applicato interessi a tassi usurari e/o anatocistici e/o abbia addebitato sul conto altre poste vietate dalla legge?Ritieni che sul conto corrente vengono regolati rapporti viziati da profili di illegittimità?

La consulenza fornita dall’Avv. Francesco Giunti è volta proprio a verificare qual è la documentazione bancaria necessaria per instaurare correttamente un procedimento di mediazione e/o un’azione giudiziale di ripetizione dell’indebito.

Prenotando il presente servizio sarà possibile acquisire un atto stragiudiziale personalizzato diretto a richiedere, ai sensi della sopra citata norma, tutta la documentazione occorrente al fine di verificare, poi, l’esistenza di competenze addebitate illegittimamente.

A partire da € 190 ( * maggiori informazioni )

Francesco Giunti

Francesco Giunti

Iscritto all'Ordine degli Avvocati di Firenze dal 2016, ha proprio Studio Legale in Empoli; assiste e svolge consulenza legale a favore di istituti bancari, PMI, liberi professionisti e privati, in particolare nel settore del recupero crediti, nel contenzioso bancario e finanziario, nella consulennza in materia di diritto condominiale, assistenza di imprese in relazione agli adempimenti in materia di privacy. In Justicelaw OnLine eroga servizi legali in materia di diritto bancario e finanziario, privacy, diritto condominiale.

Se la tua intenzione è quella di saperne di più in previsione di ricorrere al procedimento della mediazione o all’autorità giudiziaria per richiedere indietro tutto quanto ti è stato indebitamente imputatoconfidiamo che le seguenti note ti siano di aiuto e supporto

Il primo passo da fare, in questo caso, è ricostruire tutte le movimentazioni bancarie del conto corrente dall’inizio del rapporto ed accertare quali rapporti sono regolati in esso, per accertare l’esistenza delle violazioni. Che fare se, però, non si possiedono più tutti gli estratti conti e/o il contratto di conto corrente e/o i contratti relativi agli altri rapporti regolati in conto?

Questa documentazione è assolutamente fondamentale per instaurare uno dei due procedimenti sopra citati per l’essenziale assolvimento dell’onere probatorio, in assenza della quale la possibilità di veder soddisfatte le proprie ragioni è pressoché nulla.

In casi del genere, sussiste un diritto di accesso specifico in base al IV° comma dell’art. 119 del Tubil quale configura il diritto del correntista e dei suoi aventi causa di ottenere dall’istituto creditizio la copia di tutta questa documentazione.

 

Questo servizio è adatto a privati ed imprese che hanno intenzione di attivarsi per richiedere la ripetizione dell'indebito posto in essere dal proprio istituto di credito, senza però essere in possesso della documentazione necessaria a fondare la pretesa.

Il servizio mira, appunto, a farli entrare in possesso di tutto quanto è loro necessario a tal fine. 

Il servizio comprende:

- la redazione della richiesta ex art. 119 IV° comma del Tub;

- l’esposizione delle fasi successive preliminari alla mediazione e/o all’azione giudiziale, a seconda che la richiesta venga o meno evasa dalla banca.

Il presente servizio non comprende:

- la rappresentanza in giudizio.

Nel caso in cui, nel termine di legge (90 giorni), la documentazione non dovesse pervenire all’utente, questi potrà richiedere un preventivo per la redazione del ricorso per decreto ingiuntivo per la sua consegna.

Invece, qualora la banca dovesse evadere nei termini la richiesta, l'utente potrà richiedere un preventivo per l’esame dei documenti e la predisposizione dell’invito alla mediazione e/o per la proposizione dell’azione giudiziale, che verrà messo a sua disposizione mediante area riservata. 

In forma scritta: in questo caso l'utente riceve, via area riservata, l’atto scritto.

L'avvocato Giunti si rende, inoltre, successivamente disponibile ad un breve chiarimento (della durata di 20 minuti) a favore dell’utente. 

Il presente servizio viene reso dall’avvocato avendo come parametro normativo di riferimento l’art. 119 IV° comma del Testo Unico Bancario

Lo studio di fattibilità del presente servizio comprende:

- la serie di verifiche preliminari di cui all'articolo 8.1 della Quality Policy;

- in via aggiuntiva la valutazione di eventuali prescrizioni e/o decadenze intercorse, la valutazione di un eventuale carenza di legittimazione, di una manifesta infondatezza della richiesta formulata dall'utente o di un’incompatibilità dell’avvocato con la controparte